Decreto "Rilancio" e bonus vacanze. Tutte le novita’ e gli adempimenti per ottenerlo

Il Bonus Vacanze è la misura a sostegno del comparto turismo prevista dal “Decreto Rilancio“, con la quale vengono dati da 150 a 500 euro a famiglia, da spendere per una vacanza in Italia, purché si abbia un ISEE inferiore a 40mila euro. Ma come funziona?

1 – Come scaricare IO:

Ecco che il primo passo: scaricare l’app IO

2 – Come accedere a IO, SPID o CIE?

Per accedere alla app occorre essere in possesso di un’identità digitale SPID o, in alternativa, di una Carta d’Identità Elettronica (CIE 3.0, non ancora disponibile per iOS). Lo SPID è facilissimo da fare, necessita recarsi in Posta.

In seguito alla prima registrazione e al primo accesso, tutto diventerà più semplice. Per accedere basterà infatti digitare il PIN scelto o utilizzare la funzione riconoscimento biometrico degli smartphone più moderni (impronta digitale o riconoscimento del volto).

3 – Verifica l’ISEE :

Come specificato per accedere al Bonus Vacanza si deve avere un ISEE valido e inferiore a 40mila euro. Se devi ancora calcolare il tuo ISEE, allora devi presentate all’INPS anche la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), un documento che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali necessari a descrivere la situazione economica di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo.

4 – Come richiedere il Bonus Vacanze.

Entrando nell’app IO a partire dal 1° luglio, nella sezione “Pagamenti“, potrai aggiungere un nuovo Bonus/Sconto. Scegli “Bonus Vacanze” dalla lista di quelli disponibili, quindi ti basterà seguire tutti i passaggi richiesti per completare la richiesta e attivare il Bonus.

L’esito della richiesta verrà comunicato all’utente attraverso un messaggio in-app, ci sono 5 diverse possibilità che potrebbero verificarsi, vediamole in ordine dalla più positiva alla più negativa:

  1. Richiesta valida: L’app IO invia all’utente una conferma della validità della richiesta, comunicando l’importo massimo dell’agevolazione spettante e l’elenco dei componenti del nucleo familiare che, oltre al richiedente, potranno spendere il bonus. Il richiedente può quindi confermare l’attivazione del bonus e, da questo momento, non sarà più possibile annullare la richiesta. NOTA BENE: se riscontri degli errori nell’elenco dei componenti del nucleo familiare, non procedere alla conferma del bonus, anche perché potrebbe essere necessario presentare una nuova DSU ordinaria al fine di aggiornare l’elenco dei componenti ed il relativo indicatore ISEE.
  2. Richiesta valida ma bonus già attivato sullo stesso nucleo familiare: se risulta già attivato il bonus per lo stesso nucleo familiare di cui il richiedente fa parte non si potrà procedere con la richiesta. In questo caso, il richiedente – e ogni altro componente dello stesso nucleo familiare che abbia un account attivo su IO – può visualizzare i dati relativi al bonus già attivo per il nucleo familiare nella sezione “Pagamenti” dell’app, dove rimarrà disponibile fino all’utilizzo da parte di uno dei componenti.
  3. Richiesta valida ma DSU con omissioni o difformità: l’app IO informa il richiedente circa l’esito positivo della verifica sui requisiti ma avverte che la DSU presenta “omissioni o difformità” e che, una volta speso il bonus, l’utilizzatore sarà chiamato a fornire idonea documentazione per provare la completezza e la veridicità dei dati indicati nella DSU. Il richiedente può decidere di proseguire comunque con la richiesta o annullarla. In caso di annullamento, l’utente potrà richiedere nuovamente il bonus in un secondo momento.
  4. Soglia ISEE superata: un messaggio sull’app IO avvisa che l’ISEE del nucleo familiare del richiedente supera la soglia di 40.000 euro e che pertanto non è possibile procedere con la richiesta.
  5. DSU assente: per il richiedente non risulta presentata una DSU in corso di validità: un messaggio sull’app IO avvisa l’utente della necessità di presentare la DSU per il calcolo dell’ISEE e, solo successivamente, di ripresentare la richiesta di accesso all’agevolazione
  6. Importo Bonus Vacanze:
  • 500 euro per i nuclei composti da 3 o più persone
  • 300 euro per quelli composti da 2 persone
  • 150 euro per quelli composti da 1 persona

7. Come si usa il Bonus Vacanze?

Il Bonus attribuito al tuo nucleo familiare sarà identificato da un codice univoco, a cui sarà associato anche un QR code (leggibile direttamente dallo schermo del tuo telefono).

Ti basterà comunicare all’albergatore questo codice, insieme al tuo codice fiscale, al momento di pagare il tuo soggiorno presso struttura dove trascorrerai le vacanze.

Lo sconto può essere utilizzato solo presso le strutture ricettive individuate attraverso i seguenti codici ATECO:

  • 55.1 Alberghi e strutture simili
  • 55.2 Alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni
  • 55.3 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte
  • 55.9 Altri alloggi

 

ATTENZIONE: Non tutto il bonus può essere speso all’atto del pagamento delle strutture ricettive:

  • l’80% è disponibile come sconto immediato nel momento in cui si salda il soggiorno
  • il 20% viene restituito come detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi dell’anno successivo.

Lato fornitore del servizio, lo sconto verrà recuperato come credito d’imposta in compensazione tramite modello F24.

8 – Il Bonus può essere condiviso con i familiari:

Il Bonus Vacanze è uno solo e va speso in un’unica soluzione, non da resto, quindi meglio fare bene i propri calcoli. Il Bonus Vacanze inoltre può essere speso da un membro qualunque della famiglia, anche se richiesto ufficialmente da un altro.

Attraverso la funzione “Condividi” infatti, che trovate nella schermata di riepilogo del Bonus, IO crea una copia del codice univoco e del relativo QR-code che il richiedente può inoltrare (come una semplice immagine) ai componenti del nucleo familiare che non hanno accesso all’app.

Altri Articoli Blog

Dal 1° luglio 2020 addio al Bonus Renzi! Ecco come cambia la busta paga dei dipendenti del settore pubblico e privato

IL NUOVO BONUS PER I REDDITI FINO A 28.000 EURO In partenza il primo step verso una più...

Bonus Baby Sitter e centri estivi cumulabile con il congedo Covid: novità INPS

Bonus baby sitter e centri estivi cumulabile in parte con il congedo Covid : l’ INPS ...