ASL BR: FIRMATO IL CIA - Carbone: un segnale concreto di riconoscimento, che premia gli Operatori Sanitari in questo momento di Emergenza da Covid-19.

Siamo i primi ad aver firmato definitivamente il Contratto Integrativo Aziendale (CIA) per tutti i dipendenti della ASL di Brindisi esclusi i dirigenti, un contratto innovativo e premiante, fatto di rispetto, considerazione, investimento sul personale, capace di riconoscere a tutti i dipendenti diritti normativi sul rapporto di lavoro e professionali attesi da anni.

Così il Segretario Generale della FIALS, Giuseppe Carbone, che aggiunge come questo contratto, in un momento difficile di emergenza sanitaria da Covid-19, premia il riconoscimento della grande professionalità e il sacrificio che in questi giorni gli operatori sanitari stanno affrontando a rischio della loro vita per la nostra.

Il riconoscimento delle competenze di tutte le figure professionali, l’investimento su nuovi profili professionali, la divisione tra carriere gestionali e professionali, passaggi di carriera, così come la definizione di nuovi modelli gestionali per la salute dei cittadini, sono tutti tasselli di una strategia complessiva riportati nel contratto aziendale.

I dipendenti avranno anche aumenti economici, dal riconoscimento del passaggio di fascia per tutti dal gennaio 2020, più risorse economiche per la produttività, oltre all’aumento delle indennità notturna, di pronta disponibilità e per prestazioni aggiuntive.

Sempre dal 1° gennaio 2020, a tutto il personale sanitario ed OSS dei Pronto Soccorso e 118 viene riconosciuta l’indennità giornaliera, un riconoscimento meritato poiché svolgono un ruolo delicato e impegnativo che richiede l’immediatezza di precisi interventi, per conseguire poi quel risultato ottimale finale nel front office con l’utenza.

Un atto doveroso, prosegue Carbone, nei confronti del personale sanitario che si sta impegnando, oggi più che mai ed in “prima linea” in questa emergenza, con l’obiettivo della FIALS per il 2021 di proseguire con un ulteriore aumento delle indennità e produttività.

Ora afferma Carbone, dobbiamo essere in grado di innestare la stagione di nuove assunzioni, che ci auguriamo si apra al più presto, in questo contesto, investendo di più e meglio in formazione, valorizzando l’esperienza dei più esperti per favorire l’inserimento e la crescita di nuovi talenti, come anche la stabilizzazione dei tanti professionisti precari nell’Azienda Sanitaria.

Esprimiamo grande soddisfazione per la firma del contratto aziendale, sono le parole del leader della FIALS, che dà atto al Direttore Generale della ASL Giuseppe Pasqualone, di aver investito economicamente e aver ricercato il più ampio consenso possibile sul contratto delle parti sindacali per un contratto dignitoso sia professionale che economico.

Ora avverte Carbone, allo stesso Direttore Pasqualone, dopo tante sacrosante parole di apprezzamento per gli operatori sanitari  definiti “eroi”, necessita anche un giusto riconoscimento economico per l’impegno costante e critico in questa emergenza da Coronavirus, come avvenuto in altre Aziende Sanitarie, con l’estensione in tutti i servizi Covid e post Covid dell’indennità di malattie infettive, oltre ad un premio non inferiore a 1000 euro in funzione delle loro competenze e profili professionali, oltre all’aumento dei tempi di vestizione/svestizione nell’orario di lavoro (30 minuti prima e 30 dopo), ed infine il doveroso pagamento delle 100 euro previste dal decreto legge “Cura Italia”.

 

Altri Articoli Blog

Buona Pasqua

“Permettetemi un augurio pieno di gratitudine a chi sta combattendo in prima linea...

Responsabilità Professionale: Incontro con Organizzazioni Sindacali Comparto, Fiaso e Federsanità

La FIALS ha partecipato, nella giornata di ieri, ad un incontro organizzato dal Ministero...