20 luglio 2017

BOZZA DIRETTIVA ARAN SUI RINNOVI CONTRATTUALI (08/06/2017)


BOZZA DIRETTIVA ARAN SUI RINNOVI CONTRATTUALI

È disponibile una prima bozza della direttiva all’ARAN, definita dal Ministro della Pubblica Amministrazione Marianna Madia, per i rinnovi contrattuali dei pubblici dipendenti per il triennio 2016-2018.
La citata direttiva era condizionata (come anticipato nel nostro articolo) alla definizione dei decreti legislativi sul pubblico impiego e sulla performance, che oggi sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale (d.lgs. n. 74/2017 e d.lgs. n. 75/2017).


OBIETTIVI:


1)    incremento contrattuale (euro/mese 85 medi), per il quale saranno necessarie ulteriori risorse, oltre quelle già stanziate;
2)    ripresa di nuove e più efficaci relazioni sindacali, con particolare riferimento al riequilibrio nel rapporto tra fonte legale e contrattuale ed alla individuazione di ulteriori ambiti di esercizio della partecipazione sindacale;
3)    miglioramento della qualità dei servizi e della produttività del lavoro, da perseguire attraverso una pluralità di strumenti (tra i quali, in particolare, indicatori per valutare i risultati, misure contrattuali che incentivino più elevati tassi medi di presenza, azioni per il miglioramento delle condizioni che definiscono l’ambiente organizzativo e del lavoro, welfare contrattuale e previdenza complementare);
La direttiva affronta molti aspetti del rapporto di lavoro, tra queste in particolare definisce:


•    Risorse finanziarie per i rinnovi contrattuali;
•    Ambiti della contrattazione collettiva;
•    Partecipazione sindacale e Welfare contrattuale;
•    Conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro;
•    Previdenza complementare;
•    Rapporti di lavoro a tempo determinato e somministrazione;
•    Part-time;
•    Permessi, assenze e malattia;
•    Cessione di ferie e riposi a titolo gratuito;
•    Costituzione ed utilizzo dei fondi per il salario accessorio;
•    Procedimento disciplinare.


Si riporta in pdf la relativa Bozza della direttiva Madia